Psicologia Perinatale

Psicologia Perinatale

Lo psicologo perinatale si occupa della prevenzione, sostegno, orientamento, diagnosi e intervento per le famiglie durante il periodo compreso tra il pre concepimento e il quarto anno di vita del bambino; includendo quindi gravidanza, parto, nascita, allattamento e primi anni di vita.

In questo arco di tempo lo psicologo perinatale si occupa dei fenomeni e dei processi evolutivi dei neonati e bambini e del sistema di relazioni intorno a loro.

Il focus del suo intervento è sulla prevenzione, sul rispetto di bisogno del contatto dei bambini, sulla fisiologia del sonno e sull’alimentazione infantile, lavorando in collaborazione e in sinergia con altri professionisti, per la salute ed il benessere di madri, padri, bambini e operatori.


Negli aspetti di fisiologia perinatale rientrano tutti quei fenomeni che sono presenti nei processi di sviluppo fisici e mentali di ogni individuo fin dal concepimento, quali ad esempio:

  • la conoscenza della fisiologia del sonno del bebè e della famiglia;
  • l’alimentazione (allattamento al seno, alimentazione artificiale, introduzione dei cibi solidi);
  • la fisiologia dello sviluppo del legame di attaccamento alle figure di accudimento;
  • la fisiologia delle emozioni nel periodo che va dal preconcepimento al quarto anno;
  • l’elaborazione di eventuali situazioni stressanti e traumatiche.


Lo psicologo perinatale si occupa anche di tutto ciò che accade quando qualcosa interferisce con la fisiologia, determinando situazioni di sofferenza che vanno dal semplice disagio fino alle condizioni di fisiopatologia e psicopatologia più importanti.

In questo senso, lo psicologo perinatale può essere una figura di riferimento e sostegno importante in molti ambiti, come ad esempio:

  • facilitazione nella comunicazione fra famiglie e figure professionali di riferimento (pediatra, ginecologo, personale del reparto di ostetricia o neonatologia) durante il parto e nel puerperio;
  • consulenza e mediazione in caso di contenziosi legali, ad esempio separazioni, che coinvolgano figli nei primi anni di vita;
  • percorsi di accompagnamento alla nascita;
  • sostegno ai genitori riguardo a problematiche legate al sonno, alla relazione alimentare, al pianto e in generale alle modalità di comunicazione con il bambino
  • maltrattamenti, abusi, incuria;
  • infertilità e procreazione medicalmente assistita (PMA);
  • inserimento al nido e ripresa lavorativa dei genitori.

Scrivici per ricevere maggiori informazioni


Il tuo nome*

La tua email*

Il tuo telefono*

Il tuo messaggio

Continuando ad esplorare e/o navigare il sito accetti le condizioni dei cookie. Dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close