Panico

Panico

L’attacco di panico consiste in breve episodio di ansia intensa, che raggiunge il picco in pochi minuti e chi si manifesta senza una ragione apparente.

È un evento fortemente invalidante, caratterizzato da intensa paura e terrore, che porta la persona a pensare di poter perdere il controllo, avere un attacco di cuore ed essere prossimo alla morte.


I sintomi più comuni manifestati durante un attacco di panico sono:

  • Palpitazioni, cardiopalmo o tachicardia;
  • Tremori fini o grandi scosse;
  • Sudorazione;
  • Dolore o fastidio al petto;
  • Dispnea o sensazione di soffocamento;
  • Nausea o disturbi addominali;
  • Dolore o fastidio al petto;
  • Nausea o disturbi addominali;
  • Sensazioni di vertigine, di instabilità, di “testa leggera” o di svuotamento;
  • Brividi o vampate di calore;
  • Parestesie (sensazioni di torpore o di formicolio);
  • Derealizzazione (sensazione di irrealtà) o depersonalizzazione (essere staccati da se stessi);
  • Paura di morire.


Gli attacchi di panico fanno parte dei disturbi d’ansia ed il primo attacco si scatena di solito in presenza di una forte pressione emotiva, quando si è particolarmente stressati oppure, al contrario, quando ci si rilassa a seguito di un periodo stressante. Si parla di disturbo di quando gli attacchi si verificano molto frequentemente e la vita della persona colpita è fortemente compromessa.

Spesso, al disturbo di panico, si associa l’agorafobia. L’agorafobia è caratterizzata da una forte ansia relativa al trovarsi in situazioni da cui potrebbe risultare difficile doversi allontanare, oppure in cui risulta complicato chiedere aiuto nel caso in cui si dovesse verificare un attacco di panico. I timori agorafobici riguardano tipicamente situazioni quali l’essere fuori casa da soli, l’essere in mezzo alla folla o in coda, l’essere su un ponte, viaggiare in automobile o con altri mezzi di trasporto (ad esempio, treni o autobus). Spesso, la persona che soffre di attacchi di panico inizia ad evitare di andare in luoghi in cui ha paura si possano verificare altre crisi d’ansia.

È importante che chi soffre di attacchi di panico si rivolga ad un professionista il prima possibile, in modo da delineare la strategia terapeutica più efficace e scongiurare il cronicizzarsi del disturbo.

La psicoterapia cognitivo comportamentale ha mostrato di essere l’approccio maggiormente efficace nel trattamento del disturbo di panico.


Scrivici per ricevere maggiori informazioni


    Il tuo nome*

    La tua email*

    Il tuo telefono*

    Il tuo messaggio

    [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]